Gallery

 

Founded in 2015, Door factory, is opening its gallery. A decision coherent with the idea of a space open to sharing, following an intense work of research of new possible languages in the documentary and authorial photography, of teaching and talent scouting, of deepening of the culture of photobook, of cooperation with a large number of incredibly strong national and international authors.

The first exhibition “OMNE/WORK, territorio come laboratorio”, shows the outcome of the first artists in residency workshop, which was held in Castelfranco Veneto in June 2016. Ten different artists with their personal views, Mattia Balsamini (Italia), Christian Lange (Germania), Mårten Lange (Svezia), Massimo Mastrorillo (Italia), Brent Meistre (Sudafrica), Karin Apollonia Müller (Germania), Josef Schulz (Germania), Nigel Shafran (Gran Bretagna), Kirsti Taylor Bye (Norvegia), collettivo TFTF (Italia), weave together the past and the present, memory and the contemporary, interpreting the complexity of the landscape of northeastern Italy, and discovering a shared ground of study here where unimagined intersections can be traced out and information and visions produced that return the complexity of the area and of the present age.

OMNE (the North East Mobile Observatory) has its origins in the idea of a route, a path across the local area that goes in search of possible ties between space, the landscape and the body that lives there.

 

 

Al suo quarto anno di attività, la factory romana Door, decide di aprire il proprio spazio espositivo.  Una scelta coerente con l’idea di uno spazio aperto alla condivisione, dopo aver intensamente lavorato alla ricerca di nuovi linguaggi nella fotografia documentaria e autoriale, all’educazione e alla ricerca di nuovi talenti, all’approfondimento della cultura del libro fotografico, collaborando con molti autori nazionali e internazionali di grandissimo spessore, decide di aprire il proprio spazio espositivo. Il programma espositivo porrà particolare attenzione alla fotografia come mezzo espressivo e le possibili “contaminazioni” con altre arti visive.

La prima mostra OMNE/WORK, territorio come laboratorio, presenta l’esito del primo laboratorio per artisti in residenza organizzato da OMNE, tenutosi a giugno 2016 a Castelfranco Veneto: dieci autori con le loro personali visioni, Mattia Balsamini (Italia), Christian Lange (Germania), Mårten Lange (Svezia), Massimo Mastrorillo (Italia), Brent Meistre (Sudafrica), Karin Apollonia Müller (Germania), Josef Schulz (Germania), Nigel Shafran (Gran Bretagna), Kirsti Taylor Bye (Norvegia), collettivo TFTF (Italia), intrecciano memoria e contemporaneità interpretando la complessità del paesaggio del Nord-Est, trovando qui un terreno di studio comune dove tracciare intersezioni impensate e dove produrre informazioni e visioni in grado di restituire la complessità dello spazio e del nostro tempo.

L’origine del progetto OMNE/ Osservatorio Mobile Nord Est, risiede nell’idea di un percorso, di un cammino che si compie sul territorio alla ricerca di possibili relazioni tra spazio, paesaggio e corpo che lo abita.

 

 

 

 

 

Door is pleased to announce the opening of the new exhibition CENTO and the release of the fanzine of the project,
both curated by Massimo Mastrorillo and Pamela Piscicelli. This project was developed in 2019 by the students who took part in the course.
CENTO is an alternative way of narrating in which three different forms of expression are combined: the word that becomes image, the graphics that translate the vision and the photography that constructs a narrative.
CENTO – one hundred- is a powerful number, it is semi perfect, as well as practical. One hundred or more are the possible stories to tell. CENTO is the name of the neighbourhood that inspired every story – Centocelle.
Authors exhibiting: Andrea Alessandrini , Daniela Attanasio, Aldo Frezza, Gabriele Maschio, Veronica Napoleoni
Door Gallery, via del Zeno 42, Roma
Opening : Thursday December 12  at 7 pm

 

 

Door presenta a Roma la mostra e la fanzine del progetto “CENTO”, curato da Massimo Mastrorillo e Pamela Piscicelli, sviluppato dagli allievi del corso durante l’anno 2019.
Un percorso alternativo che delinea nuove possibilità di racconto, attraverso tre differenti linguaggi espressivi: la parola che diventa immagine, la grafica che traduce la visione, la fotografia che produce narrazione.
Cento è un numero potente, è un numero semiperfetto, è un numero pratico. Cento o più sono le possibili storie da raccontare. Cento dà il nome al quartiere che ha ispirato ogni storia.
Autori in mostra: Andrea Alessandrini , Daniela Attanasio, Aldo Frezza, Gabriele Maschio, Veronica Napoleoni
Door Gallery, via del Zeno 42, Roma
Inaugurazione: Giovedì 12 dicembre ore 19.00